mail: VITA01000L@istruzione.it         tel: 0444 830493

Sabato 16 Ottobre si celebra la 43° Giornata Mondiale dell'Alimentazione promossa dalla FAO.

La Giornata ha lo scopo di sensibilizzare l'opinione pubblica sulla necessità di sostenere la trasformazione per ottenere sistemi agroalimentari più efficienti, inclusivi, resilienti e sostenibili

per una produzione, una nutrizione, un ambiente e una vita migliore, non lasciando indietro nessuno, affinché tutti i settori garantiscano che i nostri sistemi agroalimentari producano sufficiente cibo nutriente, salubre e accessibile a tutti.

Guarda il video della presentazione ufficiale della Giornata:
https://youtu.be/9R2zDJ7XUHc

La FAO (Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Alimentazione e l’Agricoltura) ci invita a riflettere sui seguenti punti:

  • Oltre 3 miliardi di persone (circa il 40% della popolazione mondiale) non possono permettersi un’alimentazione sana.
  • Quasi 2 miliardi di persone sono sovrappeso ed obese a causa di alimentazione scorretta e stile di vita sedentario.
  • I piccoli agricoltori producono oltre il 33% del cibo del mondo, nonostante difficoltà come povertà e mancanza di accesso a finanziamenti, formazione e tecnologie.
  • I sistemi alimentari mondiali a tutt’oggi producono oltre il 33% delle emissioni di gas serra antropogeniche a livello globale.
  • Il cambiamento climatico colpisce le popolazioni rurali più povere, rovina i raccolti e la produttività, e può contribuire ad alterare la composizione delle sostanze nutritive dei principali alimenti di base.
  • La biodiversità è in sofferenza e i terreni si stanno deteriorando a causa dell’agricoltura intensiva, del crescente consumo di alimenti prodotti ad alta intensità di risorse e della conversione di ecosistemi naturali per la produzione agricola o pascoli.

La pandemia del COVID-19 ha messo in luce che è necessario un urgente cambio di rotta: ha reso ancora più difficile per gli agricoltori - già alle prese con eventi climatici variabili ed estremi - vendere i loro raccolti, mentre l'aumento della povertà sta spingendo un numero sempre crescente di cittadini a ricorrere alle banche alimentari, e milioni di persone richiedono aiuti alimentari di emergenza. Sono necessari sistemi agroalimentari sostenibili, in grado di nutrire 10
miliardi di persone entro il 2050.

Esistono le soluzioni. I governi sono invitati a riflettere sulla riformulazione delle vecchie strategie e adottarne di nuove, che favoriscano la produzione sostenibile di alimenti nutrienti a prezzi accessibili e promuovano la partecipazione degli agricoltori. Le strategie dovrebbero promuovere l'uguaglianza e la formazione, favorire l'innovazione, incrementare i redditi rurali, offrire ai piccoli agricoltori reti di sicurezza e garantire la resilienza al clima. Devono inoltre prendere in
considerazione i diversi aspetti che influenzano i sistemi alimentari: formazione, salute, energia, protezione sociale, finanziamenti e molti altri ancora, creando equilibrio tra di essi. Devono inoltre essere sostenuti da un forte incremento di investimenti responsabili e da un solido supporto per ridurre problemi sociali e ambientali in tutti i settori, in particolare il settore privato, la società civile, i ricercatori e il mondo accademico.

Tu, cosa puoi fare?
Miliardi di consumatori in tutto il mondo devono cambiare i vecchi modelli di consumo per trasformare in meglio i sistemi alimentari. Il cambiamento è nelle nostre mani. Possiamo collaborare con la natura e influenzare ciò che il mercato fornisce, scegliendo alimenti nutrienti e prodotti nel rispetto dell'ambiente e delle condizioni sociali. In questo modo i governi saranno spinti a implementare strategie più verdi e sostenibili, promuovere una migliore produzione, favorendo al contempo maggiori investimenti in alimentazione sana e sostenibile.

Tutti possiamo diventare eroi dell'alimentazione!

Guarda il video e scopri come fare:

https://youtu.be/3LEsMIXUk8Q?list=PLzp5NgJ2-dK4Fd0esruyOM3JSHXEnve8W

Le nostre azioni sono il nostro futuro e il futuro è nelle nostre mani!

(fonte: https://www.fao.org/world-food-day/it)

Torna su